Il metodo anti-stronzi

13 11 2007

A chi non è mai successo di avere delle incomprensioni con il capo o con i colleghi di lavoro? A volte dipende da noi e dal nostro atteggiamento (difficile da ammettere, ma non si può negare che esiste questa possibilità!), altre volte invece sono gli altri a diventare (o ad essere) davvero “insopportabili”. Insomma, chi di voi non ha mai pensato: ” Quello è proprio uno str…ano“? E non ditemi che non vi siete mai sentiti dire “Sei proprio uno…”?
La soluzione a tutto questo potrebbe essere il metodo antistronzi scritto da Robert Sutton. Secondo quest’ultimo, «stronzo» è il termine migliore per esprimere la paura e il disprezzo che contemporaneamente insorgono in ufficio di fronte al superiore bastardo.
Immagine di copertina
E’ stato aperto anche un Blog ufficiale, dove vengono postate delle news che riguardano tutto ciò che gira intorno a questo nuovo “metodo di sopravvivenza” come ad esempio l’invenzione dello stronzometro. Ma la cosa che mi piace di più è questa. (Io ne ho già inviate un paio!)

Ed ora, tratto dal libro, vi propongo il test: sei uno stronzo patentato?
Indicate con vero o falso se le frasi sottostanti descrivono in modo corretto le vostre sensazioni e le interazioni tra voi e i vostri colleghi.
Leggi il seguito di questo post »





Cosa ci spinge a scegliere un lavoro?

7 10 2007

Più volte mi sono posta questa domanda, incuriosita dalle differenti scelte che ognuno di noi compie in ambito professionale, ma la risposta a quanto pare è più complessa di quanto si pensi. Tutti (salvo qualche “eletto”) dobbiamo lavorare per soddisfare i nostri bisogni primari. Ma andando oltre l’effettiva necessità di lavorare, cosa ci spinge a scegliere un lavoro invece di un altro, ad optare per un impiego part time invece che per uno a tempo pieno? Infine, perchè alcuni preferiscono farsi mantenere (dai genitoni o dal partner) mentre altri cercano subito l’indipendenza economica? E’ solo una questione di vantaggi concreti e materiali o c’è anche un risvolto psicologico?

Ho cercato (e trovato) un test che in qualche modo potesse risponde ai miei quesiti ed ora vorrei sottoporlo alla vostra attenzione: Leggi il seguito di questo post »





In che modo ti poni nei confronti dei colleghi?

4 08 2007

Sul lavoro ci troviamo sempre in relazione con molte persone: colleghi, capi, collaboratori…E allora, proviamo per un attimo a giocare, dando un nomignolo ad ogni persona che cui lavoriamo.

1) Il Capo:

  • Il Guru (3)
  • Lo struzzo (1)
  • Lo squalo (2)
  • 2) Il collega più amato:

  • L’orsetto di peluche (1)
  • L’oracolo (3)
  • Lo scalatore (2)
  • 3) E quello che detesti:

  • L’uomo invisibile (2)
  • La Iena (1)
  • Il bradipo (3)
  • 4) L’Amministratore delegato:

  • Il nebbioso (1)
  • L’immanicato (2)
  • Il faro (3)
  • 5) Il miglior collaboratore:

  • Mister precisetti (1)
  • L’esoso (3)
  • Il bastone e la Carota (2)
  • 6) E il peggiore:

  • L’avvocato del Diavolo (3)
  • Lo Yes-Men (2)
  • L’imboscato (1)
  • 7) E se fosse chi lavora con noi a darci un soprannome, cosa sceglierebbe?

  • L’Asceta (2)
  • Il grillo parlante (1)
  • Fuoco e fiamme (3)
  • Dopo aver risposto a tutte le domande, sommate il punteggio ottenuto da ogni risposta e leggete il profilo corrispondente:
    Leggi il seguito di questo post »





    Risultati Test: Come vivi il lavoro?

    21 07 2007

    Questi sono i tre profili finali relativi al Test: Come vivi il lavoro?

    Profilo da 7 a 13 punti
    LAVORI SOLO PERCHE’ E’ INDISPENSABILE: LA VITA E’ ALTROVE
    Consideri il lavoro una spiacevole necessità e lo sopporti perchè ti permette di vivere e guadagnare dei soldi. Sei principalmente orientato alle azioni concrete. Hai difficoltà nel gestire le relazioni con chi lavora con te. Vita e lavoro sono due cose ben distinte: la soddisfazione e il piacere li cerchi infatti al di fuori della tua attività professionale.

    Profilo da 14 a 16 punti
    PRIVILEGI LA SERENITA’ DELL’AMBIENTE: CERCHI LA TRANQUILLITA’
    Per te è molto importante sentirti competente e adeguato alle richieste nello svolgere il tuo lavoro. Ti senti bene quando riesci a vivere con piacevolezza le relazioni con le persone con le quali sei in contatto professionale, in un clima disteso e collaborativo. I tuoi nemici principali sono lo stress e l’ambizione. Preferisci il dialogo aperto, anche se a volte, non ti è facile raggiungerlo e ti capita di entrare in conflietto senza volerlo.

    Profilp da 17 a 21 punti
    AMI LA SFIDA: IL LAVORO E’ CRESCITA E REALIZZAZIONE
    Dai grande importanza alla motivazione e alla soddisfazione nello svolgere il tuo ruolo e nel raggiungere i tuoi obiettivi. Sai investire sualla tua professione, metendo in gioco energie , capacità e progettualità. Quando le richieste superano ciò che consideri la routine non ti spaventi nè ti tiri indietro, ma vivi questa situazione come una possibilità di crescita. Ritieni fondamentale svolgere la tua attività con gusto, efficacia e qualità, trasformando il tuo lavoro in un’estensione del tuo modo di essere.

    ****
    Il mio profilo è il II° e corrisponde abbastanza alla realtà, anche se il mio punteggio è al limite tra il II° e il III°…beh in effetti, mi rispecchio in tutte e due le descrizioni: sono ambiziosa e determinata, ma ritengo fondamentale avere un buon rapporto con capi e colleghi.





    Test: Come vivi il lavoro?

    20 07 2007

    Come promesso, voglio condividere con voi i test che spesso catturano alcuni minuti della mia attenzione e questo è uno dei tanti:

    1) Lavori da alcuni anni presso un ufficio o comunque a stretto contatto con altri professionisti. Secondo te, l’aspetto più faticoso del lavoro è:

  • sopportare i colleghi (1)
  • gestire le urgenze quotidiane (2)
  • le troppe cose da fare in ufficio (3)
  • 2) Certo, non è semplice, ma esistono anche i momenti gratificanti, per esempio:

  • una persona che ti dice grazie (2)
  • contribuire ad un progetto innovativo (3)
  • la busta paga! (1)
  • 3) Tra tutti i colleghi, la persona con cui vai più d’accordo è:

  • seria e competente (2)
  • sempre pronta a scherzare (1)
  • sfidante e motivante (3)
  • 4) Mentre quella che proprio non riesci a sopportare è:

  • poco motivata e svogliata (3)
  • troppo rigida e precisina (1)
  • poco competente e un pò manipolatrice (2)
  • 5) Alcune cose ti riescono proprio bene e tutti te lo riconoscono:

  • i compiti operativi, in cui è importante la precisione (1)
  • trovare soluzioni e creare progetti innovativi (3)
  • gestire relazioni efficaci con altre persone (2)
  • 6) Se potessi sognare un futuro diverso…

  • la quiete di un casale in Toscana (1)
  • una carriera ricca di successi (2)
  • lavorare in proprio (3)
  • 7) Ma la dura realtà si fa subito sentire…c’è una cosa che che ti fa saltare i nervi:

  • il telefono che squilla in continuazione (2)
  • il tempo che non basta mai! (3)
  • le assurde pretese del capo (1)
  • Le domande sono terminate ed ora, mentre voi sommate i punti ottenuti dalle risposte, io assegno tre categorie in base al punteggio e poi ve le comunico, affinchè possiate leggere il responso relativo al vostro profilo e dirmi se rispecchia il vosto modo di vivere il lavoro.

    Ecco i risultati.





    Novità sul mio blog

    18 07 2007

    Sono proprio contenta di aver iniziato questo blog, mi piace l’idea di scrivere le mie riflessioni semi-serie, di raccontarvi ciò che mi accade e di rendervi partecipi di ciò che mi passa per la testa. A volte l’idea per un nuovo post mi arriva in modo improvviso. Quando meno me lo aspetto, ho un flash illuminante e mi dico: “mmm…interessante. Questo sarà argomento del mio prossimo post!” E così giorno dopo giorno il mio blogghino è cresciuto (come direbbe un romano di mia conoscenza: so’ soddisfazioni!)…Beh non male come prima esperienza ufficiale di blogger, no? 😉
    Non voglio annoiarmi e soprattutto non voglio che siate voi a farlo e quindi cercherò sempre nuove ispirazioni ed originali spunti per rendere tutto più dinamico, ma soprattutto interessante.

    Dolce gattino che dà l’annuncio

    Se riesco continuerò almeno una volta a settimana a postarvi, nella categoria Recruitment, un’offerta di lavoro, un link, un articolo qualcosa che possa permettervi di inviare il vostro currivulum vitae e di tenere le dita incrociate sperando in un futuro più prospero.
    Porterò avanti anche la sezione dedicata all’astrologia, perché ho notato con grande meraviglia, che l’argomento ha suscitato il vostro interesse, così ho deciso che scriverò altri post in proposito: qualche piccola curiosità ogni tanto che metta in relazione il mondo professionale con quello misterioso delle arti divinatorie.
    Inoltre, a giorni inaugurerò una nuova categoria: quella dei Test. Basteranno pochi minuti per rispondere a delle semplici domande e subito si potranno scoprire dei lati più o meno nascosti della nostra personalità. Un modo come un altro per conoscere meglio noi stessi e le persone che ci sono vicine (specie in ambito lavorativo).
    Ovviamente, non mancheranno i racconti delle mie esperienze da perenne stagista!

    Ps: Mi dispiace deludere chi aveva creduto in me, ma sinceramente proprio non me la sento di tornare a lavorare nel villaggio! Troverò qualche altro lavoretto estivo, ricomincerò a studiare per gli esami di settembre o semplicemente mi dedicherò a relax e bella vita…beh almeno per il mese di agosto (in fondo me lo merito! 😉 )