E sono già a 27!

14 01 2009

Mi avrete data per dispersa, ma non preoccupatevi sono quì a spiegarvi i motivi della mia latitanza, a cercare di farvi capire a che a punto è la mia vita. E quale migliore occasione per farlo se non il giorno del mio compleanno?! (wow…un altro anno è passato).

Oggi riflettevo sulla nascita e sul percorso di questo blog. Non riesco a crederci, il tempo passa davvero come un razzo: sono già trascorsi quasi due anni dal primo striminzito post e chi l’avrebbe mai detto che seguendo i consigli di un mitico personaggio sarei arrivata a questo punto!

In questi mesi ho cercato di raccontarvi alcune mie esperienze particolari, significative, emozionanti, ma anche negative e forse un pò deprimenti, insomma uno spezzato della dura vita di una stakastagista italiana.
E’ passata una vita da quando parlavo di politica, di astrologia, di cose porno, da quando giocavo con il montaggio dei miei Video o quando raccoglievo per voi Jop Opportunities.

Non è stato sempre facile trovare qualcosa di interessante da scrivere (ammesso che io ci sia riuscita davvero), spesso ho preferito lasciare il blog in silenzio per qualche giorno piuttosto che dire cavolate per il puro piacere di aggiornare il blog. A volte mi sentivo in crisi di astinenza se non scrivevo un post su ciò che pensavo o che mi stava accadendo, mentre altre volte quasi mi rifiutavo di collegarmi. Comunque nonostante tutto, non sono mancate le  soddisfazioni!

Ora però la situazione è cambiata e purtroppo devo ufficialmente abbandonare questo blog al suo destino (spero non per sempre, ma sicuramente per qualche mese). Già so che almeno fino a luglio non avrò il tempo per aggiornarlo (povero cucciolo). Le mie richieste strambe non sono mai state esaudite e quindi non posso far altro che scremare (come mi consigliò qualcuno) e stabilire una scala di priorità:

  1. udite udite…attualmente non sono stagista e quindi anche il blog della Staka si prende un pausa.
  2. mi diletto con qualche lavoro di Marketing & Communication, mentre studio per gli ultimi esami universitari.
  3. Infine, dedicherò tempo ed energie ad un progetto a cui tengo molto.

Ok detto questo penso che possiamo salutarci. Non è un addio, ma un semplice arrivederci e ricordatevi che non vado lontano…sono quì. 😉

Annunci




Sicuri che sono a sinistra?

18 11 2008

E’ da ieri che mi chiedo se Brunetta riflette prima di sparare certe sentenze. Insomma ci sono delle basi solide o delle prove schiaccianti su ciò che afferma oppure sono le solite accuse di un esponente del PdL contro la sinistra?

Forse anch’io non dovrei esprimere certi giudizi, perchè è sempre stato evidente il mio schieramento politico, però certe frasi proprio non mi vanno giù!

Credo che i fannulloni siano sia a destra che a sinistra, ma se proprio dobbiamo dare loro una collocazione specifica c’è da riflettere su una piccola questione: a destra ci sono molti più figli di papà e grandi manager con i soldi disposti a sostenere giovani di loro conoscenza, mentre dall’altra parte è tutto più complicato e decisamente in salita, perchè nessuno si può permettere di rimanere con le mani in mano, anzi… (e guarda caso ci sono anche le prove).

A questo punto, che mi dite…da che parte stanno i fannulloni?





E’ con il quiz che si fanno i milioni!

10 10 2008

Dando un’occhiata a questi dati sconcertanti, mi sento di dire che forse sono loro ad aver capito tutto della vita e avera ragione Renzo Arbore:
è con il quiz che si fanno i milioni! 😉





Google offre 10 alla Centesima

25 09 2008

Ero sicura che a loro questa notizia non sarebbe sfuggita!

E sono altrettanto sicura che qualcuno di voi ha delle grandi idee da mettere al servizio del Progetto 10 alla Centesima lanciato da Google.





Unico è meglio?

15 09 2008

Da quando la Gelmini ha deciso quale sarà il futuro della scuola, genitori ed insegnanti sono scesi in piazza per opporsi vivamente ad un inutile ritorno al passato, organizzando addirittura una petizione online.

I pareri in merito sono contrastanti: c’è chi, da diretta interessata lancia un augurio ai figli del Ministro, chi invece approva orgoglioso questa scelta (non ho trovato link, ma qualcuno ci sarà!) e chi infine scrive lettere ironiche ed allusive.

Io rifletto e mi chiedo: che senso ha tornare al Maestro unico?

* Mi piaceva ed apprezzavo l’idea che i bambini avessero finalmente più insegnanti: di italiano, di matematica, di religione, d’inglese…riuscivano ad approfondire le diverse materie ed avevano anche più tempo per eventuali attività complementari. Ed ora, come farà un solo maestro a fare tutto questo avendo a disposizione solo 24 ore settimanali?

* Da ricordare che subito dopo la scuola elementare gli insegnanti si moltiplicheranno e secondo il mio modesto parere essere abituati già da piccoli ad avere più maestri da seguire è la soluzione migliore e più coerente. E invece…

* Ma soprattutto come la mettiamo con le 83.000 persone che rischiano di rimanere senza lavoro per lasciare il posto all’unico maestro ammesso?





Dopo la Sardegna si ricomincia

3 09 2008

Signori eccomi di nuovo a voi!
Lo so mi sono fatta attendere un pò troppo, ho prolungato un tantino la mia pausa estiva, ma ne avevo davvero bisogno e sono sicura che mi perdonerete! 😉

Erano tre anni che non mi concedevo una vacanza (o meglio, che non potevo permettermi una vera vacanza). Le ultime estati, le ho passate a lavoricchiare nei villaggi o in pizzeria, nella speranza di mettere da parte un misero gruzzoletto e finalmente ce l’ho fatta: quest’anno sono stata due settimane a San Teodoro in Sardegna in una casetta presa in affitto con un gruppo di amici.

A parte i prevedibili e superabili problemini di convivenza (chi la vuole cotta, chi la vuole cruda, chi mette il muso e rovina la festa a tutti…) sono stata abbastanza bene. Il mare, il sole e soprattutto niente pc (sembrerà strano, ma ho resistito!).
Ogni giorno andavamo in una spiaggia diversa, guardando sulla cartina scovavamo le calette più belle: alcuni punti sono davvero meravigliosi.

Di questa vacanza ci sono 2 cose che mi hanno colpito in particolare: Leggi il seguito di questo post »





Bufera per la norma anti-precari

28 07 2008

Mi chiedo chi abbia proposto questo emendamento, a sentire il signor chirurgo maxillo facciale (con lode anche) sembrerebbe caduto dal cielo. Ma non è così…le firme ci sono.

Sui precari il Governo si divide ed io sono d’accordo con Epifani quando dicendo la sua ribadisce che “non ha senso che le responsabilita’ delle imprese vengano fatte pagare ai giovani e ai precari“, parla addirittura di una lobby e mi sa che non sbaglia!

Ha ragione Mello…è stata proprio una porcata, ma per fortuna qualcuno si oppone chiedendo al Governo di ritirare immediatamente questa norma perché rafforza l’ingiustizia del Paese ed aumenta la precarietà. Poveri noi!

Ps: E pensare che c’è chi fa la bella vita, tanto precario non lo sarà mai!