Cosa abbiamo in comune con Monica?

14 05 2007

Riflettevo sul mio ruolo di stagista e sulle fantasie che spesso, alla sola pronuncia di questa parola, scaturiscono immediatamente nella mente di parecchi uomini (non dico di tutti, ma secondo me la percentuale è moooolto alta!)🙂
C’è sempre stato un alone di ambiguità intorno a questa figura professionale, ma da qualche anno è notevolmente peggiorata la situazione, chissà per quale misterioso motivo?!
Quando una ragazza si presenta, dicendo che fa la stagista, nella testa delle persone si forma subito una piccola nuovoletta bianca (come quella dei fumetti) e dentro appare l’angelico viso di Monica Lewinsky intenta a fare il suo “lavoro”! Ovviamente questa apparizione cambia forma, se l’interlocutore è una donna: quel viso angelico diventa quello di un’arrivista incapace, di una poco di buono disposta a tutto pur di fare strada.
Infatti, se una stagista entra in azienda, gli uomini in genere sono euforici, non vedono l’ora di fare i “galletti” per conquistare la giovane signorina, per aiutarla nel difficile compito di integrarsi bene, per spiegarle meglio le tecniche vincenti per ottenere risultati (e non sanno che se la stagista è seria e preparata, l’unico risultato che otterranno sarà un bel 2 di picche servito su un piatto d’argento!).😉 Mentre con le donne, la situazione è assai più complicata: anche se non la conoscono già la odiano, basta loro sapere che si tratta di una stagista e il gioco è fatto: la etichetteranno subito come “rovina-famiglie”, o come “una facile”, e si daranno da fare per trovare il modo di mantenere alta l’attenzione dei loro uomini/colleghi/capi. A volte, non importa se si è una brava ragazza, intelligente ed istruita…quando si è stagiste, si è di una categoria a parte!😦

Forse ho pochino esagerato, ma non credo che la realtà sia molto lontana da come l’ho descritta io e poi sono convinta che difficilmente troverei qualcuno disposto ad affermare il mio esatto contrario, anzi…già immagino il sorrisetto sotto i baffi di tutti voi!🙂

Voglio darvi anche un’ulteriore piccola conferma: date un’occhiata a questo video, non è in italiano, ma rende bene il concetto!


Azioni

Information

8 responses

14 05 2007
filippo

Fantastico!
Chi avrebbe il coraggio di contraddirti sopratutto anche dopo la pubblicità della Citrosodina alla radio che simulava un colloquio acidissimo di due colleghe che “cianciavano” sulla nuova stagista appena entrata nello staff! Avete avuto modo di sentirla?
Trovo il tuo stile di scrittura molto ironico, leggero e divertente! Compliments!
filippo

14 05 2007
Tibur85

Sembri la bocca della verità..Ci sono passato anche io..Solo che nel mio caso è entrata nel gruppo di lavoro una ragazza che non sapevo accendere il pc..e tutti che le davano consgili,tutti stretti vicino a lei a fare i professorini..non puoi capire le risate che mi facevo..
Il tuo blog mi piace proprio perchè riesci a testimoniare con le tue esperienze cosa avviene realmente quando inizi a fare uno stage..le difficoltà,le ingiustizie…Tutte cose vere..che prima o poi toccheranno a tuti noi…Ciao e complimenti!!!!

15 05 2007
Stakastagista

I vostri complimenti mi fanno davvero piacere! Grazie😉

15 05 2007
salpetti

Ciao Stakastagista, io non sono uan ragazza, ma essendo un neo-laureato sono alle prese con stage, tirocini, ecc. ecc. Credo che questo blog possa essermi utile…😉
Complimenti!!!
Anche questo post è molto carino…

A presto, sui relativi blog!!! ,-)

salpetti.wordpress.com

15 05 2007
salpetti

Et Voilà!!! Anche tu sei nel mio blogroll!!!😉

A presto!!!

16 05 2007
Lilith

Eheh! Quello che dici è stra-vero! Mi hai fatto troppo ridere! Ma sotto sotto è sicuramente un limite che ognuna di noi (parlo delle stagiste-donne) deve superare per farsi notare a livello professionale piuttosto che per la misura della scollatura.
Fino all’ultimo giorno in Rai c’è stato qualcuno che si ricordava di me per quello che sapevo fare e che mi trattava come una specie di “collega in miniatura” e qualcuno che mi diceva “ma che bel vestito hai oggi!”.

16 05 2007
Francsca

Ahahaha! Come hai ragione, cara collega! Ma questo è uno step a cui si deve far fronte credo in ogni ambito…non solo quando si è stagiste allo sbaraglio! Tutto sta a far capire da subito che sono ben altri i nostri scopi…anche a costo di sembrare all’inzio un pò acide!

16 05 2007
Il mio stage in RAI « Riflessioni di una giovane stagista

[…] mio stage in RAI Grazie al Commento lasciato dalla collega di MovieZone sul mio post intitolato “Cosa abbiamo in comune con […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: